Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for Mag 2015

Mia mamma mangia

il collo della gallina

succhia le vertebre

slacciandole una ad una

e si pulisce le dita

in un tovagliolo a quadretti.

-Mi i mangio ‘l còl-

annuncia con un sorriso

e senza problemi glielo lasciamo.

-Mi i mangio ‘dcò le piòte-

dichiara con allegria

e noi non protestiamo,

no, non ci opponiamo.

Noi figli, delicati, ci cibiamo di petto,

tutt’al più prendiamo una coscetta.

Chi davvero rende onore alla gallina

è mia madre

perché è lei che ha raccolto le uova

e le ha benedette;

ha sgranato il granturco e l’ha portato

anche con la neve alta sopra il sentiero

è andata a portarlo

l’ha soccorsa

quand’era minacciata dal cane;

l’ha nutrita di frutta, erba medica e zuppa;

l’ha condotta a pastura

e le ha dato un nome

e col suo nome

l’ha chiamata al pollaio la sera

guidandola lieve

con un pezzo di canna.

Trascorso poi il tempo,

molte primavere,

l’ha uccisa senza pena

con le sue mani nude,

e adesso è lei

che le mangia la cresta,

il sangue, la pelle, il boccon del prete

e tutto ciò che ne resta.

Read Full Post »