Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Poesie di Marisa Porello’ Category

I tuoni scuotono i palazzi e si rincorrono lungo i viali

sull’orlo delle nuvole basse e nere e piene d’acqua

i tuoni non sanno che direzione pigliare e riempiono il cielo basso e il cielo alto.

Rannicchiati sotto i portici, i senzatetto si rigirano insonni

fra coperte umide perché l’umidità è spessa come un piatto freddo.

Il rumore delle auto che passano tra acqua e tuoni

è un rumore dolce e malinconico, solitario, sperduto.

Forse questi temporali fuori stagione succedevano anche in un gennaio

di tanti anni fa.

Avevo diciotto anni e due maglioni addosso nella mia fredda camera

era notte e studiavo per l’interrogazione e fuori, nel buio

della campagna di gennaio, tuoni, scrosci d’acqua, malinconia senza fine,

solitudine che faceva venire il mal di stomaco, e una fame insensata.

Lasciavo per dieci minuti la trigonometria, la storia, la fisica,

e scrivevo una poesia al mio amore.

Ero sempre innamorata, avevo sempre un amore a cui dedicare poesie.

Fumavo una sigaretta.

Poi ricominciavo a studiare, e non capivo niente,

e i tuoni si rincorrevano nella valle e fuori era così buio

ma così buio, che non ho mai più conosciuto un buio simile.

 

Annunci

Read Full Post »

tutti i luoghi che non potrò vedere

tutti i libri che non riuscirò leggere

tutte le cose che non potrò sapere…

ahi, mi dolgo e ne sento sollievo

Read Full Post »

non pensare

lasciati andare

– la Terra continua a girare –

Read Full Post »

avventura senza senso

– se cerco un senso –

Energia esplode

e l’Universo tutto contiene

Read Full Post »

inavvicinabili

impenetrabili

– frammenti della Creazione

Read Full Post »

musica del Cosmo
non odo
– troppa abitudine –

Read Full Post »

Ai margini del Sistema solare
contemplo
– i moti inversi –

Read Full Post »

Older Posts »